Sede del convegno


Visualizza Auditorium Hospitalis Sancti Antoni in una mappa di dimensioni maggiori


La sera del 3 giugno, a partire dalle 17:30, si terra’ l’inaugurazione del Convegno presso l’Auditorium dell’Hospitalis Sancti Antoni a Oristano a cui seguira’ un piccolo rinfresco. L’ingresso e’ dal piccolo parcheggio di via Cagliari, di fronte a via Papa Giovanni XXIII. E’ previsto che ciascun partecipante raggiunga il sito con i propri mezzi.




Auditorium dell’Hospitalis Sancti Antoni

I lavori del Convegno nei giorni 4 e 5 giugno si terranno presso la Biblioteca dell’IAMC CNR a Torregrande, circa 8 km da Oristano. Un pulman passera’ dagli hotel Mariano IV Palace e Mistral2 a Oristano e dal campeggio Spinnaker a Torregrande. Indicazioni sulle partenze la mattina saranno visibili in hotel/campeggio e sul sito.

&nbsp

Sede Convegno – IAMC (Istituto per l’Ambiente Marino Costiero) – c/o IMC (International Marine Centre)



La Sezione (o Unità Operativa di Supporto – UOS) di Oristano studia le interazioni tra gli organismi marini e il loro ambiente, la valutazione dello stato dell’ecosistema marino per la previsione delle performance nel tempo e nello spazio per mezzo di modelli numerici e indagini sperimentali (in situ ed esperimenti di laboratorio in un ambiente controllato). I principali campi di ricerca sono: (1) l’oceanografia fisica e biologica in particolare mediante l’utilizzo di modelli numerici a scala costiera e sub-regionale nell’ambito dell’oceanografia operativa e delle previsioni del mare; (2) la biologia degli organismi con l’ecofisiologia dei pesci; (3) la morfodinamica degli ambienti costieri, cioe’ le relazioni tra l’idrodinamica, il trasporto solido e la variabilità delle caratteristiche morfologiche nelle lagune, nei litorali sabbiosi e nella piattaforma continentale; (4) l’ecologia del benthos e analisi delle reti trofiche (isotopi stabili C e N) negli ecosistemi marini costieri e di transizione; lo sviluppo e l’applicazione di indicatori bentonici di qualità ambientale nell’ambito delle Direttive marine UE.

http://oristano.iamc.cnr.it/IAMC/


Il Gruppo di Oceanografia Operativa (G3O), dell’Istituto per l’Ambiente Marino e Costiero del CNR di Oristano, ha una lunga e riconosciuta esperienza nel campo della Modellistica Previsionale Marina sia per il mare aperto che per le aree costiere. Il G3O lavora nell’ambito della rete europea MOON (Mediterranean Operational Oceanography Network) MedGOOS (GOOS Mediterraneo) e del gruppo italiano GNOO (Gruppo Nazionale per l’Oceanografia Operativa).

L’attivita’ del Gruppo e’ incentrata soprattutto sull’implementazione e l’uso di modelli marini a calcolatore innestati e basati su diversi metodi numerici, differenze finite ed elementi finiti, che vengono applicati sia a scala regionale (Stretto di Sicilia e mari intorno alla Sardegna – Mediterraneo occidentale, entrambi visibili come link alla pagina “SERVICES” del sito di MOON) che locale (aree e lagune costiere) per ottenere un approccio innovativo alla gestione dell’ambiente marino e delle sue risorse. Le ricerche e le attivita’ scientifiche includono la previsione della circolazione e del campo d’onda, l’investigazione delle interazioni fra onde da vento e correnti marine, il trasporto dei sedimenti e la modellistica ecologica.

http://www.seaforecast.cnr.it/forecast/